L’Azione Cattolica Diocesana si è data appuntamento domenica 19 settembre 2021 a Concordia Sagittaria per incontrare i rappresentanti dei Consigli parrocchiali , i consiglieri diocesani e svolgere l’annuale assemblea diocesana di inizio anno.
Con uno stimolante momento di preghiera a cura dell’assistente del settore giovani don Davide Brusadin, è stato introdotto il tema dell’anno associativo e i partecipanti, attraverso alcune immagini fotografiche sapientemente predisposte, si sono immersi nel tema dell’anno e nei lavori della giornata riflettendo sul fatto che la realtà viene vista dai nostri occhi in base alla luce che ci circonda e che il nostro cervello elabora le immagini in base a ciò che di noto ha già acquisito per poi procedere alla conoscenza di tutto il resto. A noi cristiani viene chiesto, però, un passaggio ulteriore e qui entra in gioco il brano evangelico di Luca 4, 14-21 che mette al centro del cammino il tema scelto per quest’anno associativo “Fissi su di lui”. Siamo quindi cristiani che guardano a Gesù e in Lui trovano il senso, lo stile e lo scopo della vita e, allo stesso tempo, chiamati alla contemplazione per accogliere una novità che scuote e rigenera.

Per introdurre i lavori della giornata prende, poi, la parola la Presidente diocesana Paola Colussi che, per ricordarci come le difficoltà e limitazioni dettate dalla pandemia possono non essere così insopportabili, porta l’esempio di un para-nuotatore cinese che, purtroppo, non ha gli arti superiori, ha trasformato tutte le sue vittorie in record mondiali! Ecco perché, probabilmente, ciò che a ciascuno di noi sembra insuperabile e pesante da affrontare potrebbe non essere così impossibile come sembra ed è quindi importante, da cristiani, continuare a seminare fiducia e speranza nel mondo e, nel nostro piccolo, cercare di adattare il modo di ritrovarsi e fare associazione nel tempo attuale.
Entrando nel vivo dei lavori della mattinata, sono saliti in cattedra Elena Mussio e Daniele Menolotto per una presentazione magistrale del programma diocesano annuale. Al suono della campanella i due esperti ci hanno presentato gli elementi essenziali delle 6 mete del programma elaborato per la diocesi e le associazioni di base ed esse passano attraverso la formazione, l’unitarietà e l’intergenerazionalità, la cura delle relazioni, la dedizione alla propria Chiesa e, non ultime, la costruzione di alleanze e l’attualità. Per ogni meta è stato reso noto anche il “docente” di riferimento ovvero tutte le persone che, a livello diocesano, curano l’attuazione di tali traguardi e sono a disposizione delle parrocchie per il supporto e la concretizzazione delle finalità.

Giunti al cuore degli interventi del mattino, la parola è passata ad Alex Coden il quale, in virtù del suo incarico diocesano nella formazione e grazie ai suoi approfondimenti in materia, ha sapientemente offerto a tutti una lettura ragionata sulle principali novità introdotte dal nuovo Progetto Formativo dell’Ac presentato nel dicembre 2020. Il caro Alex ha messo in luce come, all’interno del progetto formativo, c’è un’abbondante presenza del linguaggio di Papa Francesco e questo ci porta a posizionarci in modo diverso rispetto ad alcune tematiche e con nuove attenzioni. Ecco, quindi, che la conversione è imparare ad ascoltare ed essere più attenti alla vita delle persone e fare i conti con la precarietà della vita affettiva, lavorativa e familiare. Gli interlocutori principali sono lo Spirito Santo e la famiglia come luogo precipuo in cui la vita delle persone si concretizza e realizza. Tra le diverse sfumature che Alex ha fatto cogliere come degne di nota, ricordiamo l’accezione di educatore che, oltre ad essere un testimone, è colui che ha accolto il servizio educativo come scelta che va rinnovata ogni giorno e non è, pertanto, una scelta assoluta imprescindibile bensì una condizione che va continuamente alimentata e coltivata. Qualche novità anche per gli assistenti che, oltre alla progettazione dei percorsi e dei cammini per gli aderenti e i gruppi a tutti i livelli, sono chiamati a curare l’accompagnamento personale delle persone spostando il focus sulla dimensione spirituale e personale della crescita cristiana degli individui.

Prima di lanciare il momento di confronto tra parrocchie, la Presidente Paola Colussi ha sottolineato come, in vista dell’anno dedicato alla preparazione e convocazione dell’assemblea sinodale, siamo chiamati come associazione e come cristiani a metterci in cammino per continuare ad essere palestra di sinodalità perché, usando le parole del Santo Padre nel discorso al consiglio nazionale dell’Ac del 30 aprile 2021, “questa vostra attitudine è stata e potrà essere un’importante risorsa per la Chiesa Italiana che si sta interrogando su come maturare questo stile in tutti i suoi livelli”. Ecco perché, prima di recarsi nella Concattedrale per la celebrazione della Santa Messa, i consigli parrocchiali si sono riuniti in microgruppi per un confronto e un esercizio di sano discernimento per allenarsi allo stile sinodale valorizzando proprio l’esperienza dei consigli stessi.

Alla Santa Messa in Cattedrale ci hanno raggiunti gli educatori ACR e ACG e significative e incoraggianti sono state le parole iniziali di don Fabio: ricominciamo l’anno associativo da dove tutto è iniziato ricordando proprio le origini della nostra diocesi. Al termine della celebrazione abbiamo anche colto l’occasione per salutare e ringraziare don Davide Ciprian che intraprenderà gli studi “diplomatici” e Anna Dall’Agnese che continuerà un percorso di discernimento in una comunità di consacrate a Roma.
L’assemblea, poi, è proseguita nel pomeriggio in oratorio con il pranzo al sacco e gli incontri suddivisi tra educatori ACR, il settore Giovani che hanno approfondito il tema dell’anno di settore e articolazione e i Presidenti parrocchiali insieme ai consiglieri diocesani, che hanno dedicato un tempo per approfondire e condividere le risposte ad alcune domande del documento diocesano dell’Assemblea sinodale “Rimessi in cammino per un nuovo annuncio del Vangelo”. All’inizio degli incontri ci ha raggiunto anche il nostro vescovo Giuseppe che ci ha incoraggiati a sostenuti nel riprendere le attività in presenza e nel continuare a servire le nostre comunità e a farci promotori di una Chiesa che ha il coraggio di cambiare.

E’ stata un’assemblea in cui si è respirato il grande desiderio di incontrarci, di stare insieme, di raccontarci e raccontare, di accorciare quelle distanze fisiche che abbiamo “subito” per un anno intero.
Un ringraziamento speciale alla parrocchia e all’AC di Concordia Sagittaria per l’accoglienza e l’attenzione che ci ha riservato facendosi sentire ospiti graditi!!

Federica Mezzarobba e Paola Colussi

Ti aspettiamo

Inizio dell'evento tra
Evento in svolgimento:
Incontro adultissimi

Iscriviti alla Newsletter

Resta sempre informato sulle iniziative diocesane

Prossimi eventi

22 Ott
Incontro adultissimi
Data 14:30 - 17:30
24 Ott
Scuola Base 1&2 FAS
08:30 - 17:30
7 Nov
Incontro educatori ACR
08:30 - 17:30
9 Nov

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.