Domenica 28 maggio poteva essere una domenica come tutte le altre a San Martino al Tagliamento: sveglia un po’ più tardi, colazione sostanziosa, messa, passeggiatina…ma cosa sono questi canti?
Dai quattro lati del paese inizia ad arrivare gente, Ragazzi, Giovani e Adulti che marciano festosi verso il centro, ne conto quasi trecento. Vado a vedere incuriosito e trovo la vecchia scuola bardata a festa con innumerevoli nastri colorati che, come aquiloni, ridipingono il cielo azzurro; all’improvviso sento rombare un motore su un’ala: è un deltaplano!

Stanno arrivando tutti lì ma non ci sono solo loro, ci sono la proloco, il sindaco, il coro e saluto anche gli amici del Flus di Spilimbergo esperti di giochi.
Chiedo spiegazioni al parroco di Arzene che è accorso anche lui e che mi dice: «ma come non lo sai?! È la festa dell’Azione Cattolica ci stanno lavorando da mesi, fermati con noi!»
Vivo una splendida messa all’aperto e poi via a scoprire, giocando, personaggi che hanno cambiato il mondo e che vengo a sapere sono nati dall’Azione Cattolica: Armida Barelli, Piergiorgio Frassati, Don Puglisi, Giuseppe Dossetti, Bachelet, Anselmi, Livatino, Marvelli e addirittura Bartali!

Capisco che la loro voce era la voce di un vissuto comune, la voce dell’esperienza di un’associazione che fa del gruppo e della comunità di Dio il suo centro.
Entusiasta di questo clima di festa mi fermo anche nel pomeriggio e ne approfitto per conoscere Omar Leone che attraverso l’associazione Maruzza FVG dà spazio e supporto alle famiglie di bambini con gravi malattie e in questi anni viene sostenuta anche dall’AC.

Vedo ragazzini di sei anni che giocano con signore di ottanta come se si passassero un ipotetico testimone di Vita, consci che è nella fratellanza e nel cammino insieme che si superano i traguardi più grandi.
A proposito di ragazzi, la schiera più numerosa è proprio la loro: il loro vociare pervade tutta l’aria e anche da lontano si scorge la grande massa di maglie colorate in movimento. Sì perché guai a stare fermi visto che quest'anno il tema dell'Acr era lo sport e quindi la festa è stata basata sulla staffetta, tipico sport di squadra dove ognuno deve dare il suo massimo per far in modo che tutto il gruppo vinca.
La giornata è iniziata con una scenetta, dove quattro atleti, ex compagni di squadra, si trovano all'interno di una Hall of Fame per partecipare singolarmente ad un gara di staffetta.
La mattina i bambini si sono sfidati tra loro fino a formare un gruppo per ogni colore a supporto dei singoli atleti.

Nel pomeriggio, quando gli atleti sono in procinto di iscriversi alla gara, scoprono che non possono partecipare singolarmente, anche perché per competere hanno bisogno di mille token, che possono recuperare solo attraverso dei giochi. Visto il loro scoraggiamento, i bambini, ancor prima che fosse stato chiesto loro, si offrono di raccogliere questi gettoni insieme. Così si è dato il via al giro per San Martino, che per l'occasione si è trasformato in un mega parco giochi, e i bambini, i ragazzi e gli adulti si sono cimentati in diverse sfide: dal minigolf umano al bowling gigante, e ancora dal lancio del bouquet a mucche in fuga.
Recuperati tutti i gettoni, la squadra dei super campioni è pronta per partecipare, deve però sfidare la quadra che oramai era sul podio da parecchio tempo e la squadra dell'Equipe. La prima non si era preparata troppo per questa competizione, mentre la seconda si era allenata intensamente, con cadenza settimanale.

Dagli spalti si sentono però solo incitamenti per la squadra che durante la giornata ha condiviso con i propri fan la preparazione. I quattro super atleti, incentivati da questo tifo caloroso, hanno vinto con netto vantaggio.
I ragazzi quindi capiscono che da soli si va veloci, ma insieme si va più lontano!

Finisce la giornata ma non è stata affatto una domenica come tutte le altre a San Martino al Tagliamento.

Vedi tutte le foto della festa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.