Dal 31 luglio al 6 agosto i 9/11 delle parrocchie di Prata, San Martino al Tagliamento, Fiume Veneto, Zoppola e Sacro Cuore hanno vissuto una settimana assieme a Tramonti di Sopra: ma, arrivando, hanno scoperto che il bosco di Truffule che una volta c’era di fronte alla casa era stato abbattuto… cos’ era accaduto? Durante la settimana i ragazzi hanno così conosciuto la storia di Lorax, il guardiano della foresta che “parla per gli alberi”, e del suo amico/nemico Once-ler.

Cosa unisce un cavaliere, una camminata nella natura, un mercato e una ragazza terremotata dall’Umbria? La risposta è San Francesco, il tema del campo 9/11 svoltosi a Cimolais dal 24 al 30 luglio.
Si sono radunati il lunedì mattina 34 ragazzi da 5 parrocchie: Maron, Chions, Spilimbergo, Corva e Tamai seguiti dai loro educatori. I ragazzi hanno detto ciao alle loro famiglie e si sono tuffati in una settimana densa di attività; le giornate si sono succedute fra giochi, momenti di preghiera e momenti piacevoli trascorsi in compagnia.

"Il sorriso autentico, l’espressione più direttamente collegata alla gioia, richiede l’azione del muscolo orbicularis oculi, che è involontario e posto intorno all’occhio. Esso agisce, nel sorriso, insieme al muscolo zigomatico maggiore. L’effetto è quello delle rughette intorno all’occhio definite “zampe di gallina”, che si aprono a ventaglio a partire dagli angoli esterni degli occhi. Il muscolo orbicularis oculi è anche responsabile delle pieghette sulla palpebra superiore. Poiché questo muscolo non è sotto il controllo volontario, la maggior parte delle persone non riesce a produrre deliberatamente questa espressione facciale.

La gioia è anche un antidoto contro la depressione: chi prova l’emozione della gioia riesce con maggior facilità a superare la paura, la vergogna e lo sconforto; ne consegue che, cercando di ridurre al minimo l’importanza che attribuiamo a questi sentimenti, aumenterà la nostra capacità di provare la gioia e dunque di superare uno stato depressivo. La gioia, è vero, è un bene transitorio e davvero può essere perduta con facilità (come del resto la nostra stessa vita), ma sicuramente è un’esperienza che, una volta provata, non può essere cancellata: per questo è importante viverla con consapevolezza. Come dice Adorno, l’uomo non sa di essere felice: si sente felice."

Sabato 4 marzo la parrocchia di Fiume Veneto ha ospitato circa 230 ragazzi ed educatori della zona XL per la tradizionale FESTA DELLA PACE. Undici le parrocchie coinvolte che, nonostante la giornata di pioggia, sono partite per le strade…. delle Beatitudini! È stato proprio il brano evangelico delle Beatitudini il filo rosso che ci ha unito alla festa e il motore che ha “acceso” le parrocchie negli incontri di preparazione precedenti.

Pronti e disponibili per il download il Dossier e tutti i materiali per il cammino di preparazione per il mese degli Incontri e per la Festa Diocesana ACR che si svolgerà Domenica 28 maggio 2017 nella parrocchia di Santa Margherita a Tamai di Brugnera...

Venghino signori venghino !!!!

Sabato 11 febbraio la zona AP ha festeggiato la festa della Pace compiendo una marcia allegra e chiassosa, destinata a contagiare con il sorriso e l’allegria tutti coloro che si sono imbattuti in questo simpatico gruppone.

Nel pomeriggio di sabato 7 gennaio, molti di noi educatori ACR provenienti da tutta la diocesi di Concordia-Pordenone ci siamo ritrovati ad Azzano X per partecipare al primo incontro annuale di formazione organizzato in occasione del mese della Pace. L’incontro, gestito dagli aderenti all’associazione Acli “Aldo Capitini” di Pordenone, ha avuto come tema la nonviolenza che è stato argomento del discorso che Sua Santità ha pronunciato il primo gennaio 2017, giornata mondiale per la Pace. 

Ti aspettiamo

Inizio dell'evento tra
Evento in svolgimento:
Incontro adultissimi

Iscriviti alla Newsletter

Resta sempre informato sulle iniziative diocesane

Prossimi eventi

22 Ott
Incontro adultissimi
Data 14:30 - 17:30
24 Ott
Scuola Base 1&2 FAS
08:30 - 17:30
7 Nov
Incontro educatori ACR
08:30 - 17:30
9 Nov

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy.
Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.